SEO

Il SEO Specialist (Search Engine Optimization Specialist) si occupa del posizionamento organico di una pagina web sui motori di ricerca. Lo specialista SEO analizza le pagine di un sito web e le ottimizza perché raggiungano il più alto posizionamento possibile all’interno dei risultati dei motori di ricerca come Google, Bing, Yahoo!, DuckDuckGo ecc.

Il posizionamento di una pagina tra i primi risultati di una ricerca web è fondamentale per ogni tipo di azienda ed organizzazione: essere ai primi posti significa mettere il sito o la pagina web di fronte ad un maggior numero di utenti e potenziali lead, e la competizione è molto elevata. Al contrario, posizionarsi al di fuori della prima pagina di risultati significa rimanere praticamente “invisibili” per gli utenti.

Lo specialista in Search Engine Optimization quindi interviene sul sito web per aumentare la visibilità delle pagine sui motori di ricerca e assicurare traffico di utenti verso il sito.

Ma come fa un SEO Specialist ad ottenere questo risultato?

Per prima cosa, chi lavora nella SEO deve conoscere come funzionano i motori di ricerca. In generale, i motori di ricerca interpretano la ricerca degli utenti (la query), selezionano i risultati che ritengono più in linea con l’intento degli utenti (search intent) e presentano quindi agli utenti una pagina di risultati ordinati chiamata SERP (Search Engine Results Page). Per valutare le pagine web e assegnare una posizione nella SERP ciascun motore di ricerca usa degli algoritmi proprietari, che tengono conto di determinati fattori: i fattori di posizionamento SEO. Tra i più noti e importanti ci sono ad esempio la velocità del sito e il fatto che sia mobile-friendly, la qualità dei contenuti, il numero di backlinks (link esterni).

Per migliorare il posizionamento (detto ranking) di una pagina all’interno della SERP e aumentare così il volume di traffico organico, lo specialista SEO deve ottimizzare il sito web intervenendo sui fattori SEO.

Le tecniche di cui fa uso possono essere divise in due tipi principali: ottimizzazione on-page e off-page.

  • On-Page Optimization: comprende le attività di ottimizzazione degli elementi interni della pagina web, ad esempio testi (SEO copywriting) e immagini (alt-text), titoli (title tag) e meta description, struttura delle URL, link interni.
  • Off-Page Optimization: comprende le attività che non prevedono un intervento al proprio sito e sono finalizzate principalmente ad aumentarne l’autorevolezza (authority), la popolarità, la reputazione. La principale attività legata all’ottimizzazione off-page è il link building, altre tecniche diffuse sono il guest blogging, il social media marketing e l’influencer marketing.

Esiste poi una terza area di intervento, chiamata Technical SEO (SEO tecnica), che comprende l’ottimizzazione degli aspetti tecnici di un sito web, per migliorare l’accessibilità delle informazioni da parte dei crawler dei motori di ricerca. Con la SEO tecnica si interviene su elementi come architettura del sito web, sitemap e robot.txt, risorse statiche e dinamiche, redirectpagine di errore (404), design responsive e velocità di caricamento.

Innanzitutto identifica gli obiettivi aziendali e il pubblico target. Analizza il sito web (SEO audit), verificando il traffico e il ranking delle pagine di destinazione, i flussi di navigazione e il comportamento degli utenti, le queries che generano traffico, le tipologie di contenuto presenti, i sistemi di linking interno ed esterno.

Il SEO Specialist analizza tutti i fattori SEO on-site e off-site del sito in esame, ma controlla anche il posizionamento dei competitors nei motori di ricerca, verificando i primi risultati per le ricerche di parole chiave (keywords) di interesse.

Il SEO Specialist elabora poi una strategia e un piano d’azione per migliorare il ranking nella SERP. Ad esempio pianifica e implementa campagne di link building, interviene per ottimizzare i contenuti (testi, immagini, video) e scrive nuovi contenuti SEO oriented, secondo una precisa content strategy, aggiunge nuove parole chiave, oppure lavora alla creazione di una nuova landing page più performante, per convertire i click in utenti e monetizzare le visite al sito web.

A seconda delle situazioni, il SEO Specialist può effettuare in prima persona gli interventi previsti nel piano, oppure delegare l’implementazione a Copywriter, tecnici informatici, Webmaster e altri professionisti di web marketing.

Un’altra importante responsabilità del SEO Specialist è monitorare l’efficacia degli interventi e stilare report periodici sul lavoro svolto. Grazie agli strumenti di analisi (analytics tools) lo specialista SEO è in grado di seguire l’andamento degli indicatori delle performance del sito, come il numero di sessioni e di utenti (traffico organico, a pagamento, referral…), il tempo speso sul sito, il tasso di conversione, il numero di pagine per visita, il numero di click o di condivisioni sui social network. Monitora l’indicizzazione delle nuove pagine create e le fluttuazioni nel posizionamento sui motori di ricerca: nella SEO, non esiste risultato raggiunto che rimanga invariato nel tempo, e ci sono sempre opportunità di miglioramento.

Il SEO Specialist dunque sfrutta la conoscenza degli algoritmi dei motori di ricerca per creare siti web e contenuti che scalano la SERP sfruttando al meglio le regole del loro funzionamento, nel rispetto delle linee-guida per la SEO. All’interno delle community di esperti SEO quest’attività viene definita white hat SEO, per contrapporla alle tecniche di black hat SEO, che invece sfruttano le falle degli algoritmi e violano la linee-guida dei motori di ricerca per ottenere in modo indebito un posizionamento migliore.

Ma un SEO Specialist non si occupa solo di posizionamento organico:

A seconda del contesto lavorativo può occuparsi anche di creare e implementare campagne di Search Engine Advertising (SEA) o keyword advertising basate sul PPC (pay-per-click): per pubblicare annunci a pagamento che compaiono in aggiunta ai normali risultati sui motori di ricerca (ad esempio tramite la piattaforma Google Ads).